Appennino News

L’ente sostiene il “Protocollo di comportamento PSA 2022 per bikers, trekkers, trailers” proposto dal Comitato #Fuoridipeste

Il consiglio dell’ente di gestione delle Aree Protette dell’Appennino Piemontese con la Delibera n. 15 del 9 marzo 2022 ha aderito alla proposta del Protocollo di comportamento PSA 2022 per bikers, trekkers, trailers proposto dal Comitato #Fuoridipeste (SCARICA IL PROTOCOLLO)

Attualmente le prescrizioni applicate nel territorio delle Aree protette dell’Appennino Piemontese rimangono quelle relative all’Ordinanza congiunta Ministero della salute e Ministero delle politiche agricole del 13.1.2022), firmata dai Ministri Speranza e Patuanelli :

  • l’attività venatoria;
  • la raccolta di funghi e tartufi;
  • la pesca;
  • l’escursionismo inteso come “trekking, il mountain biking”
  • le attività che, prevedendo l’interazione diretta o indiretta con i cinghiali infetti o potenzialmente infetti, comportino un rischio per la diffusione della malattia

La suddetta ordinanza ha effetto per sei mesi dal giorno 13 gennaio 2022

Inoltre in Regione Piemonte a seguito del Decreto del Presidente della Giunta Regionale 22 gennaio 2022, n. 7 è stato ordinato il divieto di svolgimento di qualsiasi attività venatoria di tutte le specie, comprese le attività di addestramento, allenamento e prove con i cani nonché di gestione faunistica sul territorio compreso nell’area di 10 km confinante con la Zona Infetta.

Inoltre lo svolgimento delle attività all’aperto di natura agro-silvo-pastorale è subordinato al parere positivo dei Servizi Veterinari delle A.S.L. competenti sul territorio, in modo da limitare al massimo il disturbo dei suini selvatici col fine di ridurne la mobilità.

Le misure sono applicate a decorrere dal 24 gennaio 2022e saranno aggiornate in funzione dell’evolversi della situazione epidemiologica. Sulla base della valutazione degli esperti, potrà essere valutata l’eventuale estensione della suddetta area di ulteriori 5 km, tenendo altresì conto di eventuali barriere naturali.

Tali misure rimarranno in vigore in relazione dell’evolversi della situazione epidemiologica e comunque sino al 30 aprile 2022.

Di seguito i Comuni interessati dall’emergenza della Peste Suina Africana:

ATTIVITÀ CONSENTITE NELLA ZONA INFETTA E NELL’AREA CONFINANTE

RIMANI AGGIORNATO SUI PROVVEDIMENTI LEGATI ALL’EMERGENZA DELLA PESTE SUINA AFRICANA CON PIEMONTEINFORMA 

RIMANI AGGIORNATO SUL SITO DELL’ISTITURO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL PIEMONTE LIGURI E VALLE D’AOSTA SULLA SITUAZIONE DEL MONITORAGGIO DELLE CARCASSE DI CINGHIALE SOSPETTI PER LA PSA

SCARICA l’ORDINANZA CONGIUNTA MINISTERO DELLA SALUTE E MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE DEL 13.1.2022 – PESTE SUINA AFRICANA

SCARICA IL DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 22 GENNAIO 2022 N. 7 “LEGGE REIONALE 30/1982, ARTICOLO 2, COMMA 2 . MISURE DI REGOLAMENTAZIONE DELLE ATTIVITA’ VENATORIE E DI NATURA AGRO-SILVO-PASTORALE PER IL CONTENIMENTO DELLA PESTE SUINA AFRICANA SU ALCUNI COMUNI DEL TERRITORIO DELLA REGIONE PIEMONTE”

SCARICA LA MAPPA DELL’AREALE DELLA REGIONE PIEMONTE CONSIDERATO INFETTO DA PESTE SUINA AFRICANA